… e sono trenta

Credo sia cosa gradita a tutti i soci del Lions Club castellano rileggere questa piccola pubblicazione stampata per celebrare il 25° anniversario di vita del club, aggiornata ad oggi per il 30°.

Mi è sembrato giusto lasciarla compilata qual era in tutte le sue parti con l’aggiunta soltanto di queste poche righe.

Il Club si è ulteriormente rinforzato in questi anni e, continuando a svolgere il proprio ruolo in città si accinge oggi all’esperienza più impegnativa nella propria memoria storica: il restauro dell’altare maggiore della chiesa di San Giacomo.

20160404_103151

E’ un chiaro segno di generosità e di coraggio, ed una evidente dimostrazione di quelle cure e attenzioni al nostro patrimonio artistico e culturale che sono prerogativa da noi profondamente sentita.

La Chiesa opera del Massari fu costruita fra il 1728 ed il 1732 e versa da tempo in condizioni di degrado.

Il Lions Club di Castelfranco Veneto ha saputo anche questa volta essere un importantissimo bagaglio che assume in se molti e diversi significati: storico, culturale, antico, artistico, confessionale, ma soprattutto di vera fattiva disponibilità a lavorare con la propria città.

E’ un punto di partenza irreversibile per questo genere di iniziativa ove solo “pluribus” si può raggiungere “l’unum” che è poi l’obbiettivo primario. Ed è importante esempio per le nuove generazioni di Soci, che partecipando possono vivere con fermezza e sentire vicino l’affetto di quei valori che sono in sintesi la nostra identità di Lions e cittadini.

Augurando al club sempre nuove soddisfazioni.

Il Presidente 2002/2003
Franco Largajolli

Castelfranco Veneto, 29 giugno 2003


WE CARE WE SERVE WE ACCOMPLISH

Translate »